” Perché pago l’assicurazione se quando mi succede un incidente non mi risarcisce, o mi risarcisce male”?

Con la polizza di Responsabilità Civile Auto l’assicurazione si impegna a tenere indenne l’assicurato per quanto questi debba pagare di capitale, interessi e spese, a titolo di risarcimento danni da lui provocati, non è impegnata a pagare il suo cliente danneggiato, o comunque non è impegnata a fare del suo meglio per fargli ottenere tutto il suo dovuto, così, su ciò che il danneggiato non sa di dover fare o procurare, le compagnie risparmiano quote di risarcimento.

Le compagnie assicurative hanno formulato un accordo fra loro, secondo cui i sinistri di modesta entità vengono pagati al danneggiato direttamente dalla propria compagnia, però è un percorso anomalo, anche se lecito.

Il Codice delle assicurazioni private consente infatti al danneggiato due modalità di richiesta di risarcimento: all’articolo 148 viene descritto tutto il percorso, ed i modi di percorrenza, che il danneggiato deve completare per avere diritto al risarcimento, e all’articolo 149 della stessa legge viene consentito al danneggiato di chiudere gli occhi e di lasciar fare alla propria assicurazione i suoi interessi.

Francamente credo che solo coloro che seguono il percorso dettato all’articolo 148 possono accedere all’intero proprio risarcimento, mentre gli altri perderanno sempre qualcosa, e spesso questo qualcosa è piuttosto importante.

 

.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi